Cerca
Close this search box.

Combattere o almeno ridurre lo spreco alimentare sarebbe facile se tutti, nel nostro piccolo, mettessimo in atto piccoli accorgimenti semplici da seguire.

Come combattere lo spreco alimentare

Il tema degli sprechi è diventato, nel corso del tempo, sempre più di interesse in quanto la popolazione sembrerebbe più sensibile all’argomento anche a causa del cambiamento climatico.

Non tutti sanno però che per ridurre le perdite e gli sprechi alimentari sarebbero sufficienti anche poche azioni quotidiane. Questo, attuato su larga scala, significherebbe ridurre le emissioni di gas terra, proteggere gli ecosistemi e le risorse naturali dalle quali dipende il futuro del nostro cibo.

5 consigli per combattere lo spreco

1. Lista della spesa e menu settimanale

Pianificare un menù settimanale è sempre un’ottima soluzione, sotto tutti gli aspetti. In primis ci consente di generare una lista della spesa precisa, verificando prima tutti gli ingredienti già presenti nelle nostre dispense, controllando cosa manca e cosa occorre.

Altra particolare attenzione sarebbe quella di considerare grammature approssimative per la nostra famiglia, senza esagerare nell’acquisto con quantità eccessive. Fa bene per la salute ed è un modo per evitare che il cibo avanzato vada sprecato, se non consumato a breve termine.

Organizzare una spesa più consapevole e mirata, per evitare di mettere nel carrello cibo “superfluo” e scongiurare tutti gli acquisti seguiti dall’impulso delle offerte del momento.

Questo oltre ad essere utile per il nostro portafogli, giova anche all’ambiente, impedendoci di acquistare molto più del necessario.

2. Attenzione alle scadenze

Particolare attenzione va rivolta alle etichette. Capita, presi dalla fretta quotidiana,di prendere il primo prodotto sullo scaffale senza considerare questo aspetto. Molto spesso ci si ritrova ad acquistare prodotti che hanno una scadenza piuttosto ravvicinata con un rischio “spreco” maggiore, poiché a volte non si fa in tempo a consumare il prodotto desiderato nei tempi previsti.

3. Come conservare in frigorifero

Forse non tutti conoscono l’importanza della “giusta conservazione” dei prodotti alimentari. Nel frigorifero esistono diverse zone temperate dove ciascun alimento necessita di essere riposto. Ad esempio, lo spazio più in alto del frigorifero è destinato ai latticini, conserve, cibi cotti, salumi, mentre dedichiamo ai piani inferiori cibi maggiormente deperibili come carne e pesci freschi, oltre a frutta e verdura che deve essere ben disposta all’interno dei cassetti. Conoscere le modalità e i gradi di conservazione riuscirà a preservare i nostri alimenti intatti più a lungo.

4. Ordine in dispensa

Una dispensa sempre pulita ed ordinata aiuta ad avere sempre una visione ben chiara di ciò che abbiamo e di ciò che manca, scongiurando acquisti doppi o a volte anche tripli.

Altro consiglio prezioso potrebbe essere quello di disporre in avanti i cibi con scadenza a breve termine e indietro quelli che, invece, hanno una durata di conservazione maggiore. 

5. Tips utili e “Doggy Bag”

Quando si va al ristorante capita di non riuscire a terminare il proprio piatto. Chiediamo sempre al cameriere se possibile portare a casa il cibo avanzato. Oltre ad essere un segno di buon educazione facendo capire che abbiamo apprezzato le loro preparazioni, sarà un pasto già pronto per il giorno successivo, per noi o per i nostri amici a 4 zampe!

Questi erano alcune piccole tips su come combattere lo spreco alimentare.

Trovi tanti altri consigli e ricette sane nel libro “In forma per sempre con il metodo INTENSIVE21” 

E se vuoi scoprire tutti i segreti per avere uno stile di vita sano, tornare in forma ed imparare a mangiare in modo equilibrato e nutriente, iscriviti al nostro percorso Intensive21 !

× Chatta con noi