Cerca
Close this search box.

Il sale ormai è davvero ovunque, un po’ come lo zucchero, e ne esiste un’infinità di tipi. È spesso consigliato ridurre il consumo di sale perché non è così salutare come sembra. Vediamo come e perché ridurlo.. ..

Cucchiaio di sale da cucina per ridurre il consumo

Cosa è il sale?

Il sale, chimicamente noto come cloruro di sodio (NaCl), è un composto cristallino composto da sodio e cloro. È comunemente usato in cucina come condimento per aggiungere sapore ai cibi; viene utilizzato come conservante alimentare per salumi, formaggi e sottaceti. È addirittura un ingrediente comune in molti prodotti alimentari processati, come snack, pane e prodotti in scatola.

Inoltre, il sale, viene utilizzato nell’industria chimica per comporre molti altri composti chimici, nell’industria manifatturiera per produrre vetro e carta ad esempio; e viene utilizzato anche per disinfettare l’acqua potabile e in soluzioni saline per scopi medici.

    Oramai lo troviamo davvero ovunque e, dato le vaste modalità di utilizzo, direi che forse è davvero necessario ridurre il consumo di sale. Ma.. conosciamo tutti gli effetti negativi che può avere il sale, consumato in eccesso, sulla nostra salute?

    Perché ridurre il consumo di sale?

    Ridurre il consumo di sale è importante per diversi motivi. Il suo consumo eccessivo può portare a:

    1. Ipertensione.
      Può contribuire all’aumento della pressione sanguigna, aumentando quindi il rischio di ipertensione arteriosa.
    2. Malattie cardiovascolari.
      L’ipertensione arteriosa causata (vedi punto 1) può aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiache e ictus, che sono tra le principali cause di morte nel mondo.
    3. Malattie renali.
      L’eccessivo consumo di sale può mettere un carico aggiuntivo sui reni, aumentando il rischio di danni renali e malattie renali croniche.
    4. Ritenzione idrica.
      Un’elevata assunzione di sale può causare ritenzione idrica nel corpo, che può portare a gonfiore ed edemi.
    5. Osteoporosi.
      Alcuni studi suggeriscono che un’elevata assunzione di sale può influenzare negativamente la densità minerale ossea, aumentando il rischio di osteoporosi e fratture ossee.

    Per questi motivi, limitare l’assunzione di sale può contribuire a mantenere una buona salute fisica generale.

    6 consigli per come ridurre il consumo di sale

    Ecco alcuni modi semplici ed efficaci, per iniziare a ridurre il consumo di sale nella vostra dieta:

    1. Scegli cibi freschi e non processati anziché quelli confezionati, che spesso contengono elevate quantità di sale.
    2. Utilizza erbe fresche, spezie e altri condimenti per aggiungere sapore ai tuoi piatti anziché il sale.
    3. Limita l’uso di salse pronte, dadi per brodo e condimenti che possono essere ricchi di sale.
    4. Leggi attentamente le etichette alimentari e scegliere prodotti con contenuti di sale più bassi.
    5. Riduci, gradualmente, l’aggiunta di sale durante la cottura e il consumo di cibi, per permettere al palato di abituarsi a sapori meno salati.
    6. Sperimenta con nuovi sapori e combinazioni di ingredienti per rendere i pasti gustosi senza la necessità di aggiungere sale.

    Siete ancora convinti che non sia poi così tanto dannoso per la salute? Vorreste provare a ridurre il consumo di sale seguendo questi piccoli e semplici consigli? Fatecelo sapere scrivendoci su whatsapp o commentando i nostri reels e post sulla nostra pagina ufficiale Instagram @intensive21.official .
    Vi aspettiamo!

    Articoli correlati:
    Come ridurre il consumo di caffè

    × Chatta con noi